womensecr.com
  • Stress e visione

    Le circostanze temporanee possono contribuire al verificarsi di stress( strain) per vedere quali sono le cause delle anomalie degli errori refrattivi. Tuttavia, la base della tensione risiede nelle abitudini sbagliate del pensare. Cercando di rimuovere questa tensione, il medico deve costantemente lottare con l'idea che per fare qualcosa bene, ci vuole sforzo. Questo pensiero ci sta insinuando dalla culla. L'intero sistema educativo si basa su di esso. Gli insegnanti che osano definirsi moderni, si aggrappano ancora a esso con vari pretesti, considerando, ad esempio, che questo è un aiuto necessario per il processo di apprendimento.

    Per quanto riguarda l'occhio, è naturale vedere, quindi è naturale che la mente comprenda la conoscenza. Qualsiasi sforzo in ciascuno di questi casi non è solo inutile, ma sconvolge completamente questi processi. Puoi guidare alcuni fatti nella testa del bambino con vari tipi di coercizione, ma non puoi mai indurlo a imparare qualcosa. Questi fatti rimarranno, se non del tutto, una spazzatura morta nel suo cervello. Non contribuiscono ai processi di vita del pensiero. Dal momento che non sono ricevuti dalla natura, senza coercizione e non sono assimilati, essi distruggono da noi il desiderio dato dalla mente di acquisire conoscenza. Lasciando le mura di una scuola o di un college, un bambino spesso non solo non sa nulla, ma nella maggior parte dei casi non si arrende a nessun ulteriore addestramento.

    Allo stesso modo, puoi migliorare temporaneamente la tua visione temporaneamente, ma non sarai in grado di migliorarla a uno stato normale. Se questo sforzo è permesso di diventare permanente, la visione si deteriorerà gradualmente e potrebbe essere permanentemente danneggiata. Molto raro è un deterioramento o visione alterata a causa di eventuali carenze nella struttura dell'occhio. Di due coppie di occhi ugualmente buone, si manterrà la visione ideale fino alla fine della vita, e l'altra la perderà nell'asilo, solo perché una persona guarda gli oggetti senza sforzo e l'altra no. L'occhio

    con visione normale non cerca mai di vedere. Se per qualche motivo - la debolezza dell'illuminazione, per esempio, o la lontananza dell'oggetto - non può vedere un singolo punto, l'occhio si sposta su un altro. Non cerca mai di svelare il punto osservandola attentamente, come fa costantemente l'occhio con gli occhi imperfetti. Ogni volta che l'occhio cerca di vedere, perde immediatamente la sua visione normale. Una persona può guardare le stelle con una visione normale, ma se cerca di contarle in una determinata costellazione, molto probabilmente diventerà miope, poiché un tale tentativo di solito porta a uno sforzo per vedere. Un paziente poteva guardare la lettera "K" su un tavolo da controllo con vista normale, ma quando gli fu chiesto di contare i 27 angoli che presumibilmente avevano questa lettera, perse completamente la sua visione normale.

    Ovviamente, per non essere in grado di vedere gli oggetti remoti, è necessaria una tensione, poiché, come ho già notato, l'occhio a riposo è adattato alla vista in lontananza. Se una persona fa qualcosa, quando vuole vedere un oggetto remoto, allora è sbagliato. La forma del bulbo oculare non può essere modificata durante la visione in lontananza senza tensione. Allo stesso modo, lo stress rende impossibile la visione al punto prossimo, perché quando i muscoli reagiscono all'ordine del cervello, lo fanno senza tensione. Solo lo sforzo può impedire l'allungamento dell'occhio quando si guardano gli oggetti vicini.

    L'occhio ha una visione ideale solo quando è in uno stato di riposo assoluto. Qualsiasi movimento nell'organo della vista o l'oggetto della vista porta a un'anormalità della rifrazione. Può essere mostrato con l'aiuto di un retinoscopio che anche i movimenti necessari del bulbo oculare portano ad una leggera anomalia della rifrazione. Una dimostrazione visiva del fatto che è impossibile vedere perfettamente qualsiasi oggetto in movimento, dà un film. Quando il movimento dell'oggetto in questione è abbastanza lento, il danno visivo a causa di questo è così piccolo che non viene notato da noi, così come non ci sono anormalità di rifrazione prodotte da movimenti minori del bulbo oculare. Ma quando gli oggetti si muovono molto velocemente, possono essere visti solo sfocati. Per questo motivo, il dispositivo per la visualizzazione di filmati doveva essere progettato in modo tale che ogni fotogramma si fermasse a 1/16 di secondo e fosse coperto durante la sostituzione con uno nuovo. Spostare le immagini nel cinema, quindi, non è mai veramente visibile in movimento.

    Il processo di visione è passivo. Le cose si vedono nello stesso modo in cui si toccano, sentono o gustare i prodotti, senza sforzo o forza di volontà per la connessione dal soggetto. Quando la visione è perfetta, le lettere sul test d'attesa Snellen, completamente in bianco e ben distinte, a riconoscerli. Non devono essere cercati - sono lì.Con scarsa vista, sono ricercati e cercati, cioèper vederli, viene applicato uno sforzo.

    Si pensa che i muscoli del corpo non siano mai a riposo. Un esempio di questo è i vasi sanguigni con i loro strati muscolari. Anche in un sogno, il cervello non ferma le sue attività.Ma lo stato normale dei nervi della sensi, udito, vista, tatto, gusto e olfatto, è uno stato di riposo. Possono essere coinvolti, ma loro stessi non possono agire. Il nervo ottico, la retina e i centri visivi del cervello sono passivi come l'unghia. Nella loro struttura non c'è nulla che possa dare loro l'opportunità di fare qualcosa. Quando diventano l'oggetto dello sforzo di forze esterne, la loro efficacia cade sempre.

    La fonte di tutti questi sforzi da parte degli occhi è il cervello. Ogni pensiero di uno sforzo di qualsiasi tipo trasmette un impulso all'occhio. Ogni forma tale modulazione causa una deviazione dalla norma del bulbo oculare e riduce la sensibilità della visione centrale. Pertanto, se una persona vuole evitare anomalie di rifrazione, deve sbarazzarsi di qualsiasi pensiero sullo sforzo. Una tensione psichica di qualsiasi tipo porta sempre a una tensione oculare conscia o inconscia. Se questo stress assume la forma di uno sforzo per vedere, appare sempre un'anomalia di rifrazione.

    La mia attenzione fu attratta da uno studente che è stato in grado di leggere la linea di fondo tabella di Snellen con 10 piedi, ma che non appena l'insegnante gli ha chiesto di ascoltare ciò che sta accadendo intorno a lui, non poteva vedere la grande lettera "C", che viene letto da 200 piedi. Molti bambini vedono bene, mentre la madre nelle vicinanze, ma vale la pena madre di lasciare la stanza, possono diventare subito miope a causa dello stress provocato dalla paura.oggetti sconosciuti portano ad affaticamento degli occhi e, di conseguenza, errori di rifrazione, come ad esempio quando gli oggetti primo vantaggio conoscente allo stress mentale. Una persona può avere una buona visione, quando parla la verità, ma se lui sosterrà che non è vero, anche senza l'intenzione di ingannare, o se si tratta di visualizzare ciò che non è vero, ci saranno errori di rifrazione. Ciò è dovuto al fatto che senza lo sforzo di affermare o rappresentare ciò che non è vero, è impossibile.

    Oserei dire che le bugie sono cattive per la visione, ed è facile da dimostrare. Se una persona è in grado di leggere tutte le piccole lettere della riga della lista di controllo e sia previsto o inavvertitamente chiamate erroneamente alcuni di essi, ospreys retinile mostrano un errore di rifrazione. Più di una volta è stato chiesto di nominare la vostra età in modo non corretto o cercare di immaginare quello che erano un anno in più o un anno più giovane di quello che realmente sono. In tutti i casi, il retinoscopio ha mostrato un'anomalia di rifrazione. Un ragazzo di 25 anni non vi era alcun errore di rifrazione, quando guardava la parete vuota senza cercare di vedere qualcosa su di esso. Ma quando ha detto che aveva 26 anni, o qualcun altro lo ha convinto questo o se ha provato a immaginare che egli aveva 26 anni, è diventato miope. La stessa cosa è accaduta quando ha affermato o cercato di immaginare di avere 24 anni. Quando ha chiamato o ricordato i dati veri, la visione è tornata alla normalità.Quando sono stati chiamati o presentati i dati sbagliati, sono comparse anomalie refrattive.

    Lo stress mentale può dare origine a molti tipi diversi di affaticamento della vista. Secondo la dichiarazione della maggior parte delle autorità, non v'è un solo tipo di affaticamento degli occhi risultante dalla cosiddetta sovraccarico occhio, o lo sforzo di superare la forma irregolare del bulbo oculare. Tuttavia, può essere dimostrato che non solo ogni errore di rifrazione individuo, ma la maggior parte delle condizioni anomale dell'occhio ha il suo tipo di stress. La tensione che si traduce in errori di rifrazione - non è la stessa tensione, che provoca strabismo, cataratta, glaucoma( condizione in cui il bulbo oculare diventa anormalmente solido), ambliopia, infiammazione della congiuntiva( mucosa degli occhi, che copre la superficie interna della palpebra e la porzione visibileocchio proteico) o ai bordi delle palpebre, malattia del nervo ottico o della retina.

    Tutti questi stati possono esistere solo insieme ad una leggera anomalia di rifrazione. Sebbene una riduzione di un tipo di stress sia solitamente accompagnata da una diminuzione in altre specie che possono coesistere con esso, a volte accade che lo stress associato a condizioni come la cataratta e il glaucoma diminuisca senza un rilascio completo dello stress che causa l'anomaliarifrazione. Anche il dolore che così spesso accompagna gli errori di rifrazione non è mai causato dallo stesso stress che causa queste anomalie. Alcuni miopi non possono leggere senza dolore o disagio, ma la maggior parte di essi non presenta alcun inconveniente allo stesso tempo. Quando un ipermetropia esamina un oggetto remoto, l'ipermetropia diminuisce, ma il dolore e il disagio possono aumentare. Sia come sia, finché ci sono molti tipi di stress, c'è solo un rimedio per tutti loro - il rilassamento.

    Lo stato sano dell'occhio dipende dal sangue e la circolazione del sangue dipende in gran parte dal pensiero. Quando il pensiero è normale, che non è soggetto ad alcuna eccitazione o tensione, l'apporto di sangue al cervello è normale, normale e fornisce sangue al nervo ottico e ai centri visivi. La visione è anche normale. Quando il pensiero è anormale, la circolazione sanguigna viene disturbata, la fornitura di sangue al nervo ottico e i centri visivi vengono cambiati e la vista si deteriora. Puoi deliberatamente pensare a cose che interrompono l'afflusso di sangue e riducono l'acuità visiva. Ma si può pensare consapevolmente a cose che ripristinano il normale apporto di sangue e quindi aiutare a curare le anormalità della rifrazione e molti altri stati anomali degli occhi. Non possiamo costringerci a vedere alcuno sforzo, ma avendo imparato a controllare i nostri pensieri, possiamo risolvere questo problema indirettamente.

    È possibile insegnare alle persone a produrre qualsiasi anomalia di rifrazione, causare strabismo, vedere doppie immagini dell'oggetto sovrapposte, una accanto all'altra o in qualsiasi angolazione desiderata l'una rispetto all'altra, semplicemente insegnando loro un modo speciale di pensare. Quando il pensiero perturbante viene sostituito da uno rilassante, lo strabismo e il raddoppio delle immagini si fermano e le anomalie di rifrazione vengono corrette. Ciò vale anche per le anomalie a lungo termine e le anomalie prodotte a volontà.Indipendentemente dal loro grado o durata, la loro eliminazione avviene non appena il paziente può fornire il controllo mentale. La fonte di qualsiasi anomalia di rifrazione, strabismo o qualche altra alterazione funzionale della vista è semplicemente un pensiero sbagliato e la sua scomparsa è anche rapida, come l'apparenza di un pensiero che si rilassa. In una frazione di secondo, il più alto grado di anomalia della rifrazione può essere corretto, lo strabismo può scomparire e la cecità dovuta all'ambliopia può diminuire. Se il rilassamento viene raggiunto solo per un momento, la correzione è anche simultanea. Quando il rilassamento diventa permanente, anche la correzione è costante.

    Tale rilassamento, tuttavia, non può essere raggiunto da alcun tipo di sforzo. La cosa principale è che una persona capisca questo. Finché pensa, consciamente o inconsciamente, che il rilascio di tensione può essere raggiunto da un altro sforzo( sforzo), il miglioramento sarà inibito.